Alessandra Viotti-Gilabert

Artista Internazionale Quotato Drouot
Membro della Fondazione Taylor
Membro de l'Académie Arts Sciences et Lettres di Parigi
Membro de l'Académie Européenne des Arts France


Eventi in prima pagina

Mostra in corso « I colori del cielo » Museo FIJLKAM - Roma

Mostra Collection Permanente Copelouzos Family Art Museum - Atene Grecia

Trovami sulle aste Drouot Online, la Gazette Drout e HDV-Lausanne da settembre 2023 a giugno 2024

Leggi di più

Serie pittoriche

Lavoro in serie pittoriche, ciascuna delle quali è ispirata da un tema. Ad oggi ne ho realizzate otto. Questi cicli nascono da una riflessione e da una ricerca personale, poiché non desidero un’arte ridotta alla decorazione o alla comunicazione. Desidero un’arte che resiste alle imposture e ai simulacri, un’arte che s’impegna.
Tecnica: Disegno e pittura acrilica su carta/cotone 50% Fabriano 300/350 gr e su tela.


Alessandra Viotti-Gilabert
Artista Quotato
Référencé dans le Dictionnaire des Artistes Cotés - Drouot
Artistes_Cotés-1
Avis_expert-1
Guide_Art-1
Les_Artistes_Cotés-1
Cotation certifiée par Christian SORRIANO – DROUOT Paris
Commissaire-priseur Expert en Art – Expert en ventes publiques Expert et Assesseur à la Commission des Douanes Chargé de Mission par le Gouvernement français afin de structurer « Les professions de l’Art et des Antiquités »

Premi e Distinzioni

PrixSymbole-IT
Gennaio 2024 - Premio Internazionale Art et Patrimoine - Luxeil Les Bains
Premio internazionale Art et Patrimoine conferito dal Presidente J.J Bardenet durante la cerimonia di consegna dei premi della Grande Expo Internazionale della Galleria MGM Montsûrs.
Ottobre 2023 - Diploma di Merito Artistico Museo FIJLKAM - Rome
Diploma di Merito Artistico Museo FIJLKAM Mostra OMNIA VINCIT AMOR attribuito dal Presidente Domenico Falcone
Luglio 2023 - Medaglia d'Argento de l'Académie Arts-Sciences et Lettres de Paris
Medaglia d'Argento de l'Académie Arts-Sciences et Lettres de Paris. Si tratta della seconda medaglia d'Argento che Alessandra riceve da questa prestigiosa Accademia.
Ottobre 2022 - Premio dell’Eccellenza per l'insieme delle sue opere - La Rochelle (Francia)
Premio dell'Eccellenza del Disegno e della Pittura, Mostra Internazionale, a La Rochelle, ottobre 2022.
Ottobre 2022 - Premio Arts Lettres Musique per l'insieme delle sue opere- Toulouse (Francia)
Mostra-Concorso Internazionale 2022 d'Arts Lettres Musique, Galleria Mage Toulouse. Laureata del Premio Arts Lettres Musique per l'insieme delle sue opere
Luglio 2021 - Premio dell’Eccellenza - La Rochelle (Francia)
Premio dell’Eccellenza nella tecnica del Disegno, Mostra Internazionale, a La Rochelle, luglio 2020.
Ottobre 2020 - Premio dell’Eccellenza - La Rochelle (Francia)
Premio dell'Eccellenza nella tecnica del Disegno, Mostra Internazionale, a La Rochelle, ottobre 2020.
Gennaio 2020 - Premio della Giuria -Barcellona (Spagna)
Premio della Giuria 2020 a Barcellona, Mostra Internazionale, Galerie Esart, gennaio 2020.
Luglio 2019 - Premio dell’Eccellenza - La Rochelle (Francia)
Premio dell’Eccellenza nella tecnica del Disegno , Mostra Internazionale a La Rochelle,luglio 2019.
Febbraio 2019 - Premio della Giuria - Parigi (Francia)
Premio della Giuria 2019 per «Coup de coeur», 3° al Premio della Giuria a Parigi, Le Marais, Mostra Internazionale, Galleria Thuillier, febbraio 2019.
Dicembre 2018 - Distinzione Internazionale - Tokio (Giappone)
Distinzione Internazionale a Tokio «European art in Tokyo», dicembre 2018 Galleria Kubota.
Luglio 2018 - Premio delle Arti Marittime - La Rochelle (Francia)
Premio delle Arti Marittime a Mostra Internazionale a La Rochelle, luglio 2018.
Giugno 2018 - Medaglia d’Argento de l'Académie Arts-Sciences-Lettres - Parigi (Francia)
Medaglia d’Argento de l’Académie Arts-Sciences-Lettres de Paris, giugno 2018.

Prossime esposizioni

Ecco le prossime esposizioni internazionali

Alessandra per Alessandra

D isegno e dipingo da sempre. Da bambina dipingevo e disegnavo su vecchie lenzuola, sulla carta e sui muri della mansarda della casa di famiglia in cui vivevo con i miei genitori, mio fratello, la nonna, gli zii e i miei cugini. Vivevamo tutti in una bella e grande casa a Biella, un’elegante città del Piemonte. La mia famiglia era nel settore automobilistico e dirigeva una concessionaria. Io, invece, decido di consacrare la mia vita alla pittura, all’arte e alla cultura. Da bambina, scopro le opere del Maestro Pippo Pozzi, pittore, incisore e ceramista che viveva ugualmente a Biella e che esponeva regolarmente il suo lavoro. Il suo atelier alla maniera rinascimentale era frequentato da artisti e intellettuali famosi. Pippo Pozzi era un personaggio imponente. Era molto esigente, un po’ rude e detestava perdere tempo. Diventare l’allieva di questo grande Maestro mi pareva un sogno irraggiungibile.

D eterminata come lo si può essere a 18 anni, ho suonato alla porta del suo celebre Atelier. Un po’ sorpreso, mi ha ricevuto senza comprendere troppo cosa volessi da lui. Abbiamo parlato d’arte, di cultura e di poesia e gli ho proposto di diventare sua allieva. Sorpreso e incuriosito dalla mia richiesta, è stato diretto e sincero, dandomi un appuntamento per valutare le mie capacità. Qualche giorno dopo, sotto il suo sguardo severo e vivo, ho disegnato per qualche ora. In seguito, ha esaminato minuziosamente i miei primi schizzi e ha acconsentito con un movimento della testa e un sorriso. È così che sono diventata l’allieva del Maestro Pippo Pozzi ed è così che è diventato il mio Mentore. Formarmi in Arte in un luogo simile e al suo fianco è un privilegio per il quale non gli sarò mai sufficientemente grata.


D ipingo i miei personaggi con tratti essenziali per metterne in valore gli aspetti più intimi. Il realismo dei soggetti delle mie composizioni si fonde allora all’astrazione dei simboli colorati potatori di emozioni. Le mie opere sono il frutto di uno studio minuzioso e di una ricerca profonda. Non voglio un’arte ridotta alla decorazione o alla comunicazione che rifiuta di essere all’ascolto delle realtà sensibili. Desidero un’arte che resiste alle imposture e ai simulacri che s’investe sfuggendo all’impazienza dei limiti. Nell’era del divertimento e della frammentazione sociale, in questo mondo piuttosto disincarnato in cui ci fanno difetto l’autenticità degli esseri e la potenza dell’agire, vedo la pratica della pittura come un modo di ricreare un senso nei rapporti con i nostri simili, con la natura e con il mondo. L’arte, senza divenire un manifesto della società, è più che un semplice testimone dei tumulti del mondo, proprio perché è capace di scongelare gli animi, di depredare gli spiriti e i cuori dai protocolli che li imprigionano, di liberare le emozioni, interrogare il mondo, decentrare lo sguardo per far sentire agli uomini le armonie segrete dell’universo.


Leggi di più...
error: Content is protected !!
Contactez-Nous